Loading...


skipnavigation


teaser

  • Vagone di corte
  • Mythos Sisi
  • Le acconciature dell'Imperatrice Elisabeth

teaser menu


menu principale


menu breadcrumb


contenuto della pagina

contenuto principale

Museo di Sisi

La sale dedicata al mito di Sisi
Mito di Sisi
La sale dedicata alla morte di Elisabetta
L'attentato
La sale dedicata a l'attentato
Morte di Elisabetta

Nell’Appartamento di Stefano, che prende il nome dall’arciduca Stefano Vittorio,  è allestito dal 2004 il Museo di Sisi. Grazie ai numerosi oggetti personali appartenuti ad Elisabetta, viene presentata la vera personalità dell'imperatrice, tante volte fraintesa. La suggestiva messinscena del celebre scenografo Rolf Langenfass si snoda lungo un percorso scandito dalle liriche composte da Elisabetta, e racconta  come la fanciulla spensierata Sisi fosse divenuta una donna irrequieta, schiva e malinconica.

Fra gli oltre 300 oggetti esposti nel museo figurano parasole, ventagli e guanti della schiva Elisabetta, restia al contatto con il pubblico, le sue ricette di bellezza, la sua maschera mortuaria, la lima originale che fu l’arma dell’attentato e che finora era stata conservata severamente sotto chiave, nonché la riproduzione dell'abito che Sisi indossava durante la festa di addio al nubilato, realizzata per il museo, e una parziale ricostruzione del suo lussuoso vagone-salotto di corte.

Nel 2006 la SKB ha acquistato la Collezione Klauda, formata da circa 240 oggetti. La cassetta di pronto soccorso da viaggio di Elisabetta, la sua collezione di giochi e il necessaire da toilette sono stati integrati nell’allestimento insieme ad altri pezzi, mentre altri oggetti come la veste battesimale e un dente da latte di Sisi vengono esposti al pubblico soltanto in occasioni speciali.

A cinque anni dalla sua apertura e dopo aver registrato oltre tre milioni di visitatori, nel 2009 il Museo di Sisi è stato sottoposto ad un intervento di  rinnovo con parziale nuovo allestimento. Ai pezzi esposti vengono ad aggiungersi alcunioggetti spettacolari, fra cui la ricostruzione dell’abito che Elisabetta indossava quando fu incoronata regina d’Ungheria, il mantello nero con cui l’imperatrice fu coperta dopo l’attentato, i suoi gioielli da lutto e un manichino che raffigura la giovane Sisi sulla sua altalena. 

aggiungi preferito e condividi


pie' di pagina

KalenderFacebookTwitter