vai all'indice

Non vediamo l'ora di rivedervi!

Il Museo di Sisi, gli Appartamenti imperiali & il Museo delle argenterie riaprono al pubblico a partire dal 15 maggio, tutti i giorni dalle ore 10 alle 17. Maggiori dettagli. 

La Camera da letto (c) Schloß Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H, Foto: Lois Lammerhuber

La Camera da letto

Quando la coppia si trasferì in due camere da letto separate, in questa stanza fu collocato un letto di ferro trasportabile verniciato di marrone per Francesco Giuseppe, lo stesso tipo di letto in cui l’imperatore dormiva anche a Schönbrunn, Budapest, Laxenburg, Bad Ischl e Gödöllö.


Completava gli arredi un semplice lavabo pieghevole, espressione del suo stile di vita sobrio. Francesco Giuseppe dava di solito ordine al cameriere personale di svegliarlo verso le 3 e mezza del mattino. Poi il cameriere addetto al bagno entrava nella camera da letto, dove veniva collocata una vasca da bagno pieghevole di caucciù e l’imperatore faceva il bagno. Dopo essersi vestito, Francesco Giuseppe entrava nello Studio per iniziare puntuale alle quattro a leggere le pratiche.

I quadri alla parete ritraggono i familiari dell’imperatore. Particolare attenzione merita una replica del ritratto a cavallo dell’imperatrice, che mostra Elisabetta quindicenne promessa sposa, dinanzi al castello di Possenhofen. Il dipinto originale fu donato per Natale dall’arciduca Massimiliano in Baviera al futuro genero Francesco Giuseppe.

Fino al 2017 questo dipinto è stato proprietà privata della famiglia Asburgo. La Schloss Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. non è riuscita ad aggiudicarsi lo straordinario dipinto in una vendita all'asta, in cui il quadro è stato assegnato ad un nuovo proprietario ad un prezzo di gran lunga superiore al valore stimato.  Sulla parete di fronte è esposto sopra il divano il ritratto  dell’arciduchessa Sofia giovane madre, con in grembo il piccolo Francesco Giuseppe all’età di due anni, eseguito da Joseph Karl Stieler.

Nella camera da letto dell’imperatore si trova anche un inginocchiatoio al quale Francesco Giuseppe recitava ogni giorno le preghiere del mattino e della sera. Come tutti gli Asburgo, l'imperatore era cattolico e profondamente religioso, e considerava il suo regno “voluto per grazia di Dio”.


vai al menù principale di navigazione

Questo sito web utilizza cookies.

Utilizziamo i cookie tecnicamente indispensabili e i cookie di analisi. I cookie di analisi vengono utilizzati soltanto dopo il consenso dell’utente ed esclusivamente a scopi statistici. Per approfondimenti sui singoli cookie, cliccare “impostazioni dei cookie”. Altre informazioni si trovano nella nostra dichiarazione per la tutela dei dati.