vai all'indice

L’ex Camera delle argenterie e dei servizi da tavola di corte a Vienna

Nell’ala della Hofburg di Vienna detta della “cancelleria imperiale” (Reichskanzleitrakt) è oggi allestita l’ex Camera delle argenterie e dei servizi da tavola di corte, eccezionale raccolta degli oggetti di grande rilievo storico, artistico e culturale, che un tempo erano necessari al governo della casa imperiale. Il Museo delle argenterie offre oggi ai visitatori un panorama interessante della tradizione conviviale a corte e degli addobbi della mensa imperiale.



La storia della Camera delle argenterie di Vienna risale al Quattrocento. La carica di Gran maestro della Camera delle argenterie è documentata per la prima volta alla corte viennese durante il regno  degli imperatori Federico III e Massimiliano I. Il titolare era responsabile delle argenterie, della biancheria da tavola e degli addobbi della mensa. Con il passare dei secoli, la Camera delle argenterie assunse una funzione sempre più importante.  Le diverse mansioni furono ripartite fra i cosiddetti uffici preposti al governo della casa imperiale: Cucine di corte, Credenza di corte, Lavanderia di corte, Cantina di corte, Camera delle argenterie e dei servizi da tavola di corte, Dispensa di corte, Magazzino di corte della legna e del carbone e Deposito di corte dei lumi e delle candele.


Alla fine della monarchia asburgica nel 1918, anche il Governo della casa imperiale fu sciolto e gli inventari imperiali divennero di proprietà dalla Repubblica austriaca. Alcuni pezzi furono venduti, ma la maggior parte restò a far parte della Camera delle argenterie e dei servizi da tavola di corte. Di essi, alcuni rimasero come collezione in uso nelle occasioni ufficiali di rappresentanza della Repubblica austriaca, mentre gli oggetti restanti furono esposti al pubblico a partire dal 1923 negli ex locali di servizio della Camera delle argenterie di corte. Il 1° aprile 1995 è stato inaugurato il Museo delle argenterie, affidato alla  direzione della Schloss Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H.  Oggi, su una superficie museale di 1300 m2, sono esposti al pubblico circa 7.000 dei 150.000 pezzi che compongono la collezione.

vai al menù principale di navigazione

Questo sito fa uso di cookie tecnici. Continuando ad utilizzare il sito, accetti la nostra policy di uso dei cookie.

scopri